CRONACA DALLA TRIBUNA HVM LIONS - GIANTS BOLZANO

HVM LIONS - GIANTS BOLZANO visto dalla tribuna

Il proverbio dice: il buongiorno si vede dal mattino. E per i giovani Lions U19 la terza di campionato è partita un po’ così, in sordina, e nonostante gli sforzi della nostra compagine per contrastare la grintosa squadra dei Giants Bolzano, il finale non ha dato soddisfazione, con un 7 a 13 per gli avversari.

Eppure tutto era cominciato nel migliore dei modi: il profumo delle salamelle che saliva alto nel cielo, caffè e torte per tutti, mamme e papà pronti al tifo, perfino un dj appostato sul tetto (ma perché proprio lì?) a sparare musica adrenalinica per caricare i ragazzi, e last but non least, una bellissima giornata di sole.

Per tutto il primo quarto, tuttavia, la squadra appare dagli spalti un po’ legnosa, attenta a rintuzzare gli attacchi e a difendere con le unghie le yards conquistate ma in difficoltà nel buttarsi in avanti.  Si cimentano con avversari determinati e convinti di non tornare a casa a mani vuote e, per nostra fortuna, il loro primo TD viene annullato per fallo.

Si tira un sospiro di sollievo. Nel frattempo dalle gradinate assistiamo ad un duplice spettacolo: il gioco delle squadre in campo e gli scambi verbali – non proprio oxfordiani – tra i due allenatori altoatesini che litigano spesso tra di loro e incitano i loro ragazzi con un linguaggio, direi, impetuoso. Ma si sa, non è un gioco per signorine in convento.

Si aspetta una svolta. E finalmente arriva all’ultimo quarto quando i Lions riescono a infilare un TD grazie al lancio di Luca Aldrighetti e alla bella presa del suo ricevitore Davide Vismara. Sugli spalti si esulta ma pochi minuti dopo ci si accascia per un TD dei Giants che porta il risultato in parità. Lo sappiamo, la palla è rotonda, no anzi ovale, e il gioco è imponderabile.

Si ricomincia. Rifocillati e rianimati, riprendiamo il tifo ma, dopo una manciata di minuti, la fortuna ci volta le spalle: con uno scatto velocissimo gli ospiti segnano un TD e portano la squadra in vantaggio, 7 a 13. Niente lagne, c’è ancora tempo per la rimonta.

A questo punto i nostri giovani leoni tentano il tutto per tutto ma un intercetto dei Giants blocca una bella giocata. Niente da fare, il tempo finisce e la prima sconfitta brucia. Ci confortiamo a vicenda dicendo che i nostri sono in gamba e motivati e sapranno farsi valere nella prossima partita a Verona contro i Redskins.

Alla fine tutti a mangiare di gusto serviti e riveriti dalle mamme e dai papà sempre più bravi ai fornelli.