RECAP - PANTHERS-HVM LIONS: 40-7

Brutta prestazione dei Leoni a Parma

PANTHERS-HVM LIONS: 40-7 

(0-0)(7-0)(30-0)(3-7) 

2Q: Alinovi 

3Q: Alinovi - Safety  - Pooda – Alinovi - Polidori 

4Q: Germany – Felli  

Partita da dimenticare per gli HVM Lions che dopo aver giocato un primo tempo coraggioso vengono spazzati via nel terzo quarto dalla furia dei Panthers e da una serie di errori che vanificano la buona prestazione della prima parte di gara.  

 Dopo un primo quarto di studio i ducali riescono a sfondare il muro nero-oro sull’asse Rossi-Alinovi portandosi in vantaggio. I Leoni, stranamente imprecisi in attacco, non riescono a rispondere ed il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio di una segnatura. Come anticipato è il terzo quarto quello che condanna i ragazzi di Coach Rita. Al rientro dall’intervallo lungo i Lions sono irriconoscibili, permettono all’attacco di Parma di muovere la catena con regolarità e affondano sotto i colpi dei ducali. Alla fine saranno 30 i punti concessi dai nero-oro nella terza frazione frutto dell’ottima intesa tra Rossi e Alinovi, dalle galoppate di Pooda, giovane RB bianco-nero che non sta facendo minimamente rimpiangere un fenomeno come Malpeli Avalli, e dal ritorno di punt del solito Alinovi che mette la parola fine alla contesa. Il quarto periodo è pura accademia con i Leoni che riescono a mettere i primi punti dell’incontro con il td pass di Fimiani per Germany ed i Panthers che arrotondano il punteggio con il calcio di Felli. 

Parma, dopo le difficoltà delle prime settimane, sembra aver ritrovato lo spirito che ha reso grande questa società. La vittoria di Milano ha sicuramente aiutato ma non si può non ammirare una società che perso il duo Monardi-Malpeli, che tanto ha dato a questa squadra, ha avuto il coraggio, dopo l’infortunio del QB americano, di affidare le proprie fortune a due giovanissimi come Rossi e Pooda riuscendo mantenere la squadra ad alto livello. Aggiungete una difesa che resta tra le migliori del torneo e un Bryant tuttofare e capirete perché, anche in questa stagione, i Panthers possono giocarsela con chiunque.  

I Leoni, lontani dalle mura amiche, continuano a non convincere. Dopo Milano e Roma arriva un’altra prestazione deludente in cui i ragazzi di coach Rita non hanno saputo mantenere la concentrazione per tutti e 48 i minuiti. Dopo un primo tempo incoraggiante i Lions non sono scesi in campo per la seconda parte del match vanificando gli sforzi dei primi due quarti. Troppi errori, troppe disattenzioni e le solite assenze dell’ultimo minuto hanno azzerato le già poche possibilità di tornare a casa da Parma con una W.  

La pausa arriva al momento giusto, i nero-oro hanno bisogno di ritrovare le energie mentali necessarie per affrontare l’ultima parte di campionato in cui i ragazzi di Coach Rita incontreranno, una dopo l’altra, le squadre che aspirano alla sesta posizione, l’ultima valida per accedere alla postseason.  

Appuntamento quindi a Domenica 28 quando a Bergamo arriveranno i Dolphins Ancona contro cui i Leoni si giocheranno una fetta importante di stagione. 

Ufficio Stampa Lions Bergamo

foto di Marco Dallara